d
Palio di S. Martino 

Domenica 9 marzo 2008, con una celebrazione solenne e essenziale, sono iniziati a Pieve di Cadore i festeggiamenti per gli ottocento anni (1208-2008) di vita delle sette Pievi del Cadore, tra le quali quella di San Martino in Vigo, staccatesi o, meglio, generate dalla Chiesa Arcidiaconale di S.Maria Nascente in Pieve di Cadore.
A ricordo di tale evento le comunità di Vigo, Laggio, Pelos, Lozzo e Lorenzago hanno dato avvio ad una rievocazione storica in costume medievale con la denominazione di Palio di San Martino quale omaggio verso l’antica Chiesa Matrice.
In questa occasione i vari paesi si fronteggiano al fine di conquistare l’ambito Palio costituito da un drappo artisticamente decorato e raffigurante il San Martino vescovo ed i Santi Patroni dei rispettivi villaggi. I giocatori si affrontano in vari giochi che culminano con l’affascinate gara di tiro con l’arco. La squadra che totalizza il maggior numero di punti si aggiudica il Palio con il diritto di conservarlo nella propria Chiesa fino al Palio successivo.
Per questa occasione il paese di Vigo compie un tuffo nel passato ritrovando così quegli uomini che hanno contraddistinto il periodo della prima metà del XIV secolo. Ecco quindi Ainardo, figlio di Odorico podestà del Cadore per conto dei Da Camino, e sua moglie Margherita di Leisach, la guardia civica, uno spaccato di antico mercatino medievale con artigiani di varie professioni quali:

  1. la tessitura a telaio con cui si realizzavano i tessuti piu’ comuni in lana, canapa e lino.
  2. Il ricamo usato per la decorazione delle tele.
  3. Armieri con manutenzione di armi e armature.
  4. Fabbricante di candele in cera d’api. Umile occupazione ma indispensabile in quanto offriva una labile luce in quei tempi nei quali il ciclo della vita era scandito dal sorgere e tramontare del Sole.
  5. Il falconiere che con il suo rapace accompagnava i nobili nell’antica arte della caccia.

Ovviamente il tutto condito da indimenticabili sapori di antiche libagioni a base di minestre e carni.

 

 


Il Banditore del Palio con una Dama

 
 

Il Corteo con il Palio davanti alla chiesetta di Santa Orsola (XIV sec.) cosė come commissionata da Ainardo da Vigo


Il Banditore con il Magister annunciano l'inizio dei giochi

 
 


In primo piano gli sbandieratori e tamburini del Quartiere Castello di Feltre


Il Palio scortato dalle guardie durante i giochi


Un momento della gara di tiro con l'arco


Il nobile Ainardo con sua moglie Margherita di Leisach  e il loro seguito


Le squadre presentate dal banditore prima dell'avvio dei giochi


Il falconiere di Ainardo da Vigo con il suo meraviglioso Falco


Due maestri artigiani di Laggio davanti le loro opere


Ainardo, Margherita una Dama di compagnia con una bambina ed una guardia di scorta posano all'interno della chiesa di Santa Orsola


Ainardo, Margherita e la squadra di Lorenzago in Santa Orsola


La squadra di Vigo vincitrice del Palio 2009
In primo piano da sinistra i due arcieri, Carlo e Gianfranco. Il capitano e scudiero della squadra Francesco, ed ai lati da sinistra Enzo e Raffaele

Arciere di Lozzo Vincitore Palio 2010

Armigeri


La squadra di Vigo, vincitrice del Palio, rende omaggio con il prestigioso e ambito drappo alla chiesa di Santa Orsola


La guardia "de Vico de Cadubrio" (Vigo di Cadore)
da sinistra: Mario, Gregorio, Gloria, Mario, Deborah e Simone

Palio di S. Martino 4-5 settembre 2010. Foto di gruppo di tutti i figuranti che con passione hanno partecipato alla manifestazione. Un grande ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito, partecipato, sostenuto e apprezzato l'evento.

Edizione 4-5 settembre 2010

Sfilata del 14 novembre 2010

Video della sfilata medievale

Palio di S.Martino settembre 2011 la prova con la catapulta ha avuto molto successo